Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Lo spettacolo dal vivo italiano protagonista della XXX Edizione di dFERIA

Fotos dFERIA
Fotos dFERIA

Il 14 marzo, si è conclusa dFERIA, la piattaforma che da oltre 30 edizioni, a Donostia – San Sebastián riunisce operatori, programmatori e compagnie provenienti principalmente da Europa e Sud America, con l’obiettivo di dinamizzare il mercato dello spettacolo dal vivo e favorire le collaborazioni internazionali.

L’Italia è stato il paese invitato di questa edizione; grazie alla collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, e sotto l’egida dell’Ambasciata d’Italia in Spagna, è stato presentato ESCENARIO ITALIA, una programmazione di altissimo livello che, dal teatro alla danza e al circo contemporaneo, ha visto lo spettacolo dal vivo italiano grande protagonista, sul palcoscenico della città.

Ringrazio dFERIA e il Comune di Donostia – San Sebastián per l’eccellente collaborazione e per averci offerto la straordinaria opportunità di far conoscere ad un’ampia platea di operatori e programmatori internazionali l’altissimo livello, in termini di qualità e creatività, dello spettacolo dal vivo italiano”- ha dichiarato Marialuisa Pappalardo, Direttrice dell’IIC Madrid – “Siamo entusiasti dell’accoglienza e dell’apprezzamento che i nostri artisti hanno ricevuto; siamo sicuri che questo è solo l’inizio di molte future collaborazioni”.

Ad inaugurare il Festival, il 10 marzo, è stata la Fondazione Nazionale della Danza / Aterballetto, centro coreografico nazionale, che ha presentato per la prima volta in Spagna le coreografie Yeled di Eyal Dadon, Shoot Me di Diego Tortelli e l’ultima produzione della compagnia: Rhapsody In Blue, creazione del duo spagnolo-italiano formato da Iratxe Ansa e Igor Bacovich, che ha debuttato in Italia a febbraio di quest’anno e ora anche in Spagna. Aterballetto ha registrato il tutto esaurito nell’iconico Teatro Victoria Eugenia, conquistando gli applausi entusiasti delle oltre 750 persone presenti.

Il 12 e il 13 marzo, la Compagnia Fabiana Iacozzilli I Cranpi ha debuttato con “La Classe”, un innovativo spettacolo di “docupuppets”. Questa nuova forma di teatro, che al teatro di figura unisce il linguaggio del documentario, premiata per la sua originalità, mescola il mondo delle marionette con la presenza degli attori, offrendo al pubblico un’esperienza coinvolgente e sorprendente, che sfida le convenzioni teatrali tradizionali.

Infine, a chiudere la XXX edizione di dFERIA sono stati gli interpreti della Compagnia blucinQue che si sono esibiti nello spettacolo di teatro-danza con musica dal vivo “Gelsomina Dreams”, rendendo omaggio al mondo felliniano. Nel 2020, questo spettacolo è stato selezionato tra le 20 produzioni artistiche inedite di danza, teatro e circo contemporaneo vincitrici del bando “Vivere all’italiana sul palcoscenico”, lanciato dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Tra le presenze italiane, si segnala il coreografo italiano Brian Scalini che, vincitore del Certamen Internacional de Coreografía Burgos & New York 2023, ha presentato il suo lavoro “Meet you in the navel”.

Il filo conduttore di dFERIA 2024 è stata l’utopia, tema intorno a cui ha ruotato l’intera programmazione della piattaforma, con 28 spettacoli e il coinvolgimento di 25 compagnie. Agli incontri professionali hanno partecipato oltre 600 operatori e programmatori di Festival, provenienti principalmente da tutta Europa e Sud America; tra questi, significativa anche la presenza italiana, con i rappresentanti di importanti realtà quali il Romaeuropa Festival, Santarcangelo Festival, Fabbrica Europa e il Teatro del Vascello.

Dopo 5 intense giornate di spettacoli e incontri professionali, dFERIA ha chiuso le porte della XXX edizione; un 2024 che sarà ricordato anche per aver acceso i riflettori sullo spettacolo dal vivo italiano che, con grande energia ed entusiasmo, ha saputo conquistare la platea esigente di un’edizione dinamica e di grandissima qualità.