Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Piattaforma di Cinema Italiano Contemporaneo

La nave dolce

Nell’ambito della Piattaforma del cinema italiano contemporaneo, verrà proiettato in versione originale sottotitolata il documentario: La nave dolce di Daniele Vicari.

Il 7 agosto 1991 la nave, di ritorno da Cuba, arriva al porto di Durazzo (Albania) carica di tonnellate di zucchero. Sono in corso le operazioni di scarico quando una folla di migliaia di persone assale improvvisamente il mercantile: si tratta di cittadini albanesi che sfuggono dal proprio paese dopo il crollo del regime di Enver Hoxha. Alcuni sono armati, e costringono il capitano Halim Malaqi a fare rotta verso l’Italia, attratti dalla speranza di un futuro migliore. L’8 agosto la nave giunge nel porto di Bari: a chi la guarda avvicinarsi, la nave appare come un formicaio brulicante, un groviglio indistinto di corpi aggrappati gli uni agli altri. Dopo lunghissime operazioni di sgombero del porto da parte delle autorità locali, gli albanesi vengono rinchiusi nello Stadio della Vittoria per essere rimpatriati, circa duemila riescono a fuggire.