Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

FIAS 2023 – Enigma Fortuna. Música sacra di Antonio Zacara da Teramo, maestro dell’umanesimo italiano

Fonte-Bianco-e-nero-da-spedire-scaled

L’Istituto Italiano di Cultura di Madrid collabora con FIAS 2023 – Festival Internacional de Arte Sacro presentando la prima in Spagna del concerto Enigma Fortuna. Música sacra di Antonio Zacara da Teramo, maestro dell’umanesimo italiano dell’ensemble di musica medievale LA FONTE MUSICA, fondato e diretto da Michele Pasotti. Il concerto si terrà il 28 febbraio alle ore 19.30 alla Basílica Pontificia de San Miguel di Madrid.

Il giorno prima, il 27 febbraio alle ore 19.30, presso l’IIC Madrid, sarà possibile accedere alle prove generali del concerto. A seguire, il direttore Michele Pasotti presenterà brevemente l’ensemble La Fonte Musica.

  • 27 febbraio ore 19.30 – Istituto Italiano di Cultura di Madrid. Ingresso libero con prenotazione a iicmadrid@gmail.com indicando nome, cognome e contatto telefonico di tutte le persone per le quali si richiede la prenotazione e nell’oggetto “27 febbraio”.

 

 

Alena Dantcheva | soprano
Francesca Cassinari | soprano
Gianluca Ferrarini | tenore
Massimo Altieri | tenore
Efix Puleo | violino
Teodoro Baù | violino
Ermes Giussani | tromba da tirarsi e trombone
Michele Pasotti | liuto e direzione

 

La Fonte Musica è un ensemble fondato e diretto da Michele Pasotti, nato per interpretare la straordinaria stagione musicale di passaggio tra l’età medievale e quella umanistica, con particolare attenzione al Trecento italiano. Negli anni la ricerca si è spinta fino alla fine del Rinascimento. Al centro dell’idea di interpretazione de La fonte musica sta il “tornare alle fonti” (da cui il suo nome), alle radici della polifonia, al senso dei testi lirici e delle scelte compositive, un’attenta decifrazione della retorica e della grammatica musicale per comprendere e tradurre con un’attitudine sperimentale oggi, la creatività, raffinatezza e bellezza della musica antica. L’ensemble è stato ospite dei più importanti festival di musica antica europei: Oude Muziek (Utrecht), Resonanzen (Konzerthaus, Vienna), Bruges MA Festival, Ravenna Festival, Concerts Medieval du Musée de Cluny (Parigi), Musica Sacra Maastricht, Urbino Musica Antica, Teatro la Fenice (Venezia), Le festival Voix et Route Romane, Brighton Early Music Festival, per citarne alcuni. Il primo progetto discografico “Le Ray au Soleyl. Musica alla corte pavese dei Visconti (1360-1410)” ha ri cevuto il “Supersonic Award” della rivista lussemburghese Pizzicato e Diapason gli ha assegnato 5 diapason. È stato anche Disco del Mese sulla rivista Amadeus e finalista per il Disco del’Anno.

Dagli inizi della sua vita musicale con la chitarra elettrica, Michele Pasotti suona e ascolta le musiche più varie. Si è diplomato con il massimo dei voti in Liuto sotto la guida di Massimo Lonardi e si è specializzato seguendo seminari di Hopkinson Smith e Paul O’Dette. Presso la Civica Scuola di Musica di Milano si è poi perfezionato in Teoria e Contrappunto Rinascimentale e ha approfondito lo studio della Musica Medievale sia a Milano che a Barcellona (Esmuc). Presso l’Università di Roma “Tor Vergata” ha frequentato il corso di perfezionamento L’Ars Nova in Europa, diplomandosi con lode. È direttore e fondatore de la fonte musica, ensemble a cui dedica la maggior parte della sua vita musicale. Oltre all’attività con la fonte musica, è chiamato come direttore a concertare diverse formazioni tra cui Capella Cracoviensis e Harmonia Cordis.  Ha suonato nelle più prestigiose sale da concerto d’Europa, Stati Uniti e Asia, diretto da Claudio Abbado, John Eliot Gardiner, Giovanni Antonini, Philippe Herreweghe, Thomas Hengelbrock, Diego Fasolis, Christophe Rousset, Andrea Marcon, Monica Huggett, Nathalie Stutzmann, Barthold Kujiken.

  • Organizzato da: IIC Madrid e FIAS